Elena non si arrende: una mamma racconta l’autismo

Elena Bulfone è la presidente dell’Associazione Progetto Autismo Fvg onlus, madre di Alessandro, ragazzo autistico di 21 anni.

Lei sa che la sindrome dello spettro autistico riguarda 1 persona su 100 e incide in maniera significativa sulla realtà familiare.

Ma per Elena l’autismo è una risorsa e crede fermamente che i ragazzi seguiti in maniera efficace possano fornire un contributo importante alla società.

“Ci vuole un’educazione speciale e comportamentale effettuata in maniera precoce e tempestiva” spiega Elena, la quale evidenzia: “La famiglia dev’essere accompagnata e formata”.

E uno dei sogni di Elena, dopo molta fatica, si sta per realizzare: a breve sarà completata, infatti, “Home Special Home”, una struttura polifunzionale per le persone con autismo e le loro famiglie che avrà sede a Feletto Umberto.

“I trattamenti di tipo cognitivo – comportamentale sono efficaci se si lavora con bambini che hanno appena ricevuto la diagnosi, anche se si può avere un margine di miglioramento pure in età adulta”, spiega Elena.

Un progetto importante portato avanti dall’associazione Progetto Autismo è il laboratorio di arte, nel quale i ragazzi possono esprimere le proprie emozioni con modalità alternative al linguaggio. Oltre a questo, viene loro permesso di frequentare attività motorie e lezioni di nuoto, per citarne alcune.

Dare un senso al percorso e agli sforzi delle famiglie quando vengono meno le risposte della scuola è lo scopo dell’associazionismo, di tanti genitori come Elena che non si fermano al pregiudizio, ma che vogliono donare ai propri figli un futuro migliore.

Questa è la storia di una mamma che non si è mai arresa. Di una mamma che gioisce. Piange. Si arrabbia. Ma non molla.

Di una mamma che ha creduto nella collaborazione. Ha investito in un sogno. Ha rischiato. Ha preso porte in faccia. Si è rialzata.

Di una mamma che Ama suo Figlio. E di tante madri come lei.

Ecco una breve anticipazione dell’intervista integrale, a breve sul blog “Una mamma per reporter”:

#unamammaperreporter #entusiasmocontagioso #storiedicoraggio

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.