Matilde D’Errico (autrice di “Amore criminale”): la tv come servizio pubblico
Articolo29 gennaio 201829 gennaio 2018

Matilde D’Errico (autrice di “Amore criminale”): la tv come servizio pubblico

E’ una donna dalla corporatura esile e dagli occhi lucenti che nascondono grande sofferenza e forza interiore. Perché Matilde D’Errico, autrice televisiva conosciuta per “Amore Criminale” in onda su Rai 3 dal 2007, ha affrontato e sconfitto un tumore e ogni giorno, per lavoro, spinta da profonda convinzione, si confronta con casi di femminicidio cercando...

Karin Proia: da “Le tre rose di Eva” al film “Una gita a Roma”
Articolo22 aprile 201723 aprile 2017

Karin Proia: da “Le tre rose di Eva” al film “Una gita a Roma”

KARIN PROIA: mamma, regista, attrice. La determinazione di una ragazza di provincia. *Karin Proia ha un sorriso contagioso e grandi occhi scuri. E’ una donna bellissima eppure semplice. Dal vivo ancora più bella che ne “Le tre rose di Eva” dove interpreta, dalla prima stagione, il ruolo di Marzia Taviani, sorella di Aurora (alias Anna...

Barbara Clara, da CentoVetrine all’ultimo film di Giovanni Veronesi
Articolo16 aprile 201721 aprile 2017

Barbara Clara, da CentoVetrine all’ultimo film di Giovanni Veronesi

Infanzia, vita e sogni di un’attrice professionista “In Venezuela i miei parenti non hanno neppure gli ingredienti per preparare le arepas, il piatto tipico. La mia terra sta vivendo una situazione molto delicata, mi manca da morire, ma tornarci adesso sarebbe pericoloso”. Inizia così l’intervista a Barbara Clara*, attrice italo-venezualana diventata famosa con il ruolo...

Anteprima storia di Barbara Clara,                       Viola Castelli in “CentoVetrine”
Articolo15 aprile 201715 aprile 2017

Anteprima storia di Barbara Clara, Viola Castelli in “CentoVetrine”

I mille volti di Barbara Clara: non solo Viola Castelli in “CentoVetrine” Amo le donne che non hanno paura di mostrare il proprio volto senza trucco perché sanno di avere anche altre carte a loro disposizione: espressività, umiltà, spontaneità, la voglia di mettersi in gioco e in discussione. Ecco perché sono rimasta davvero colpita dall’attrice...